La Bielorussia si consolida alla Fiera di Sant Miquel – Eurofruit

Sarà rappresentata da uno stand con aziende di macchinari agricoli di quel paese e aziende che importano prodotti agricoli come olio, frutta, vino o cereali

La Bielorussia avrà ancora una volta una presenza di rilievo alla Fiera di Sant Miquel a Lleida. Per il secondo anno consecutivo, sarà rappresentata con un proprio stand, nel quale saranno presenti aziende di macchine agricole di quel paese e aziende che importano prodotti agricoli come olio, frutta, vino o cereali. Quest’anno spicca la costituzione del prestigioso produttore di trattori MTW, quinta azienda al mondo nel suo settore, che sarà presentata “ufficialmente” a Lleida dopo oltre un decennio di assenza in Spagna.

Creata nel 1946, la Minsk Tractor Works (MTW) è una delle più importanti aziende industriali della Bielorussia. Riunisce 9 aziende che producono parti e accessori per trattori e altri veicoli e impiega circa 17.000 lavoratori. L’azienda produce circa un centinaio di modelli di veicoli, il più importante dei quali è il trattore “MTZ”, noto anche come “Belarus”. L’azienda detiene una quota dell’8-10% del mercato mondiale dei trattori a ruote ed esporta in 60 paesi dei cinque continenti.

Allo spazio della Repubblica dell’Europa dell’Est alla Fiera di Sant Miquel parteciperà anche Cristian Balcells, Console Onorario della Bielorussia a Barcellona, con origini a Lleida e motore di un’opera di rilancio economico di entrambi i territori, un’opera che si sta già traducendo in risultati concreti. La delegazione sarà accompagnata da Pavel Pustovoy, ambasciatore bielorusso in Spagna; Sergey Lukashevich, consigliere economico dell’Ambasciata e altri membri del Ministero degli Affari Esteri bielorusso.

Va ricordato che la presenza bielorussa alla fiera agricola catalana è il risultato della missione commerciale organizzata congiuntamente dall’Istituto del Commercio Estero (ICEX) e dal Consolato bielorusso a Barcellona lo scorso giugno per promuovere la Fiera Sant Miquel-Eurofruit and Municipality Fair in Bielorussia.

Nel corso di tale azione, i responsabili della Fira de Lleida e della fiera agricola BELAGRO hanno firmato un accordo per promuovere i contatti commerciali tra le due parti, essenzialmente attraverso la presenza di una delegazione congiunta di aziende bielorusse e di rappresentanti del Ministero dell’Agricoltura bielorusso alla fiera di Lleida.

Va ricordato che fondamentalmente Lleida esporta prodotti agroalimentari e macchinari agricoli in Bielorussia, mentre le importazioni sono concentrate nel settore dell’edilizia abitativa e, in misura minore, nelle materie prime e nei manufatti.

Oltre al suo potenziale economico, la Bielorussia ha un ruolo strategico nell’importazione in campo commerciale, essendo considerata una porta d’accesso dall’Europa ad un mercato di oltre 250 milioni di abitanti. Altre repubbliche appartenenti alla federazione della CSI (Comunità degli Stati Indipendenti) sono Armenia, Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Russia, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan.

La Bielorussia è un paese molto attraente per le aziende catalane, in quanto è un grande consumatore di frutta, olio, vino e cava, da un lato, e per la sua posizione strategica nel centro dell’Europa, dall’altro. Negli ultimi tre anni ha registrato tassi di crescita superiori al 6%, con una forte dipendenza economica dalla Russia dovuta alla lunga appartenenza all’Unione Sovietica e alla specializzazione produttiva delle economie centralizzate. Da quando apparteneva all’Unione Sovietica mantiene una struttura industriale significativa e ha sviluppato l’agricoltura, oltre a un alto livello di formazione.

Nonostante il fatto che inizialmente, quando è diventato indipendente, c’è stato un forte processo di privatizzazione, attualmente l’80% delle imprese industriali è nelle mani dello Stato. Per quanto riguarda il settore minerario e delle risorse naturali, ha carbone e foreste abbondanti che coprono un terzo del paese, quindi l’industria del legno è importante. In agricoltura è degno di nota lo sfruttamento di prodotti tipici dell’area mitteleuropea, come patate, grano, avena, segale e barbabietola. Il bestiame è principalmente bestiame. Le importazioni di petrolio e di altri combustibili sono al centro degli scambi commerciali con la Russia. La produzione e l’esportazione di macchinari, come trattori, utensili, attrezzature agricole e fertilizzanti hanno un peso economico significativo. La Banca Mondiale ha stimato un tasso di disoccupazione in Bielorussia dello 0,5% nel 2015.

La 66° edizione della Fiera Agricola di Sant Miquel e la 35° edizione di Eurofruit si svolgeranno dal 24 al 27 settembre.

Print Friendly, PDF & Email